Consigli pratici




Consigli punto croce

Ricorda: la cosa migliore da fare prima di cominciare a ricamare a punto croce è calcolate quanto spazio occuperà lo schema sulla tela.




Il blog di punto croce

Sul blog del punto croce trovi ogni giorno uno schema nuovo e tanti consigli per il tuo ricamo. Blogga con noi!

Prima di cominciare un ricamo a punto croce è importante sapere quanto spazio occupano i punti sul tessuto, il tipo di ago da utilizzare e la quantità di filo da impiegare. A questo proposito vi forniamo una tabella che vi aiuterà nella scelta dell’ago e del filato più adatto al tessuto che avete scelto. Nella prima colonna della tabella sono riportati i principali tipi di tessuto in uso per il ricamo a punto croce , indicando per ognuno il numero di fori presenti in una quantità definita di tessuto. Il telaio. Il più semplice e più diffuso telaio per il ricamo a punto croce è quello rotondo, detto anche “telaio svizzero”, composto di due cerchi di diametro leggermente diverso che si incastrano l’uno nell’altro. Il cerchio più esterno può essere dotato di una vite regolabile o di una molla che permetta la tensione di tele di diversa consistenza. I tessuti. I tessuti più adatti per il punto croce sono quelli che offrono una base regolare per ricamare a fili contati: dalla semplice tela Aida a trama regolarissima al più seducente lino a trama regolare, tele da tagliare nelle dimensioni desiderate oppure biancheria e altri oggetti già pronti con inserti in tela Aida da personalizzare. Il Cencio della Nonna. Per ricamare a punto croce su tessuti che non presentano una trama regolare e non permettono il ricamo a fili contati, come maglia-jeans, dovete ricorrere al cencio della nonna, una tela a trama sottile e regolare.